Campiglia5Stelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività Consiliare > Mozioni > 2015
Campiglia Marittima, 20 dicembre 2014

Alla Attenzione
Sindaco del Comune di Campiglia Marittima (LI)

Segretario Comunale del Comune di Campiglia M.Ma (LI)


MOZIONE


OGGETTO:
STRATEGIA RIFIUTI ZERO - PROGETTO INSTALLAZIONE DI ECOCOMPATTATORI DI RIFIUTI



PREMESSO CHE:



La riduzione della produzione, e il riuso dei rifiuti sono alla base di una seria Strategia Rifiuti Zero.

La contingente crisi economica sta diminuendo la capacità di acquisto delle famiglie.

La sensibilità dei cittadini verso il riciclo ed il rispetto per l'ambiente è andata sempre più crescendo negli ultimi anni


VISTO
CHE:



La definizione normativa di “rifiuto” ,in Italia, data dall’art.183 del d.lgs.3 aprile 2006 n.152, modificata dal d.lgs. 3 dicembre 2010, n.205 “disposizioni di attuazione della direttiva 2008/98/Ce e del Consiglio del 19 Novembre 2008 relativa ai rifiuti: “qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’intenzione o l’obbligo di disfarsi”.

Il D.Lgs n.152 del 3 Aprile 2006, Parte Quarta “Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati” ed in particolare l'art. 179 che dispone che le pubbliche amministrazioni debbano perseguire in via prioritaria iniziative dirette a favorire la riduzione e la prevenzione della produzione e della nocività dei rifiuti che rappresenterebbe l'avvio di un'importante percorso di adeguamento alle normative europee e nazionali




CONSIDERATO CHE:

- che nell'aprile 2013 abbiamo presentato il progetto "vuoto a rendere" a molti esercenti commerciali privati, i quali hanno gradito lo spirito dell'iniziativa
- che molti Comuni hanno già aderito all'affiliazione con società che gestiscono sistemi di automazione per il ritiro e compattamento di rifiuti in plastica e/o alluminio, con benefici anche per gli esercenti che accettano i coupon erogati dalle postazioni di raccolta, come da seguente elenco:

Alessandria, Nichelino (TO), Treviso, Resana, Anguillara Sabazia (Roma), Ferrara, Misano Adriatico, Municipio III - Talenti/Montesacro Roma, Ariano Irpino (AV), Grottaminarda (AV) Airola (BN), Melfi (PZ)

- che la succitata normativa nazionale si riferisce alla normativa europea, in particolare la Direttiva 2008/98/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa ai rifiuti e che, abrogando alcune direttive definisce, su basi rinnovate, una specifica gerarchia per la gestione dei rifiuti attraverso il seguente ordine di priorità:
1. prevenzione della produzione

2. preparazione per il riutilizzo

3. riciclaggio

4. recupero di altro tipo (ad es: energetico)

5. Smaltimento
- Inoltre, che la sopracitata Direttiva:
a) pone come finalità prioritaria la protezione della salute umana e dell'ambiente

b) pone come obiettivo generale e operativo la costruzione di una Società europea del riciclaggio.

- che queste finalità sono raggiungibili attraverso un duplice programma che viene posto come irrinunciabile:
1. risparmio di materia: drastica riduzione dell'utilizzo delle riserve materiali
2. riduzione al minimo delle conseguenze negative della produzione e della gestione dei rifiuti per la salute umana e per l'ambiente, attraverso appunto una efficace applicazione della nuova gerarchia dei rifiuti. In questo quadro appare estrema utilità la riformulazione delle nozioni di “recupero” e “smaltimento” e l'introduzione delle nozioni di “prevenzione”, “riutilizzo”, “preparazione per il riutilizzo”, “trattamento” e “riciclaggio”



SI IMPEGNA LA GIUNTA E IL SINDACO:

1. a promuovere la realizzazione di una convenzione di affiliazione con società che gestiscono sistemi di automazione per il ritiro e compattamento di rifiuti in plastica e/o alluminio, le cosiddette materie prime-seconde, a fronte di un rimborso in coupon o altre forme di ricompensa per il cittadino virtuoso che conferisce il rifiuto riciclabile in queste postazioni.
2. a promuovere politiche incentivanti nei confronti degli esercizi commerciali affinché stipulino contratti di affiliazione con le suddette società




                                     Daniele Fioretti                                     Cristina Chesi


Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell'art.3, comma 2, del Decreto Legislativo n. 39 del 1993

Torna ai contenuti | Torna al menu