Campiglia5Stelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività Consiliare > Mozioni > 2015
Campiglia Marittima, 06 dicembre 2014

Alla Attenzione
Sindaco del Comune di Campiglia Marittima (LI)

Segretario Comunale del Comune di Campiglia M.Ma (LI)


MOZIONE


OGGETTO :
Adeguamento dei giochi presenti nei parchi pubblici cittadini alle esigenze dei bambini disabili.

PREMESSO CHE:

Certi, che il Comune di Campiglia,volga la propria azione verso i bisogni dei cittadini e che programmi le proprie attività secondo i principi disolidarietà,libertà,uguaglianza e di giustizia sociale indicati dallaCostituzione e dallo Statuto della Regione Toscana;al fine di realizzare il

pieno sviluppo della persona umana,riconoscendone le formazioni sociali

nelle quali essa si esprime.Sostenendo e promuovendo il libero svolgimento della vita sociale nel pluralismo dei gruppi e delle istituzioni, favorendo lo sviluppo delle associazioni democratiche e del

volontariato.Che nell’esercizio delle sue competenze e funzioni, utilizzi le

proprie risorse secondo criteri di efficienza, trasparenza ed imparzialità,

e promuova la solidarietà della comunità locale, in particolare verso le fasce di popolazione più svantaggiate.

CONSIDERATO CHE:

è diritto dei bambini disabili poter fruire dei parchi pubblici e giocaresenza essere esclusi, a causa di giochi inadeguati e/o di barrierearchitettoniche;è esplicita la necessità di garantire l’accessibilità e la fruibilità dei parchi cittadini evidenziata dalla Legge 3 marzo 2009, n. 18, “Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità”.Considerata la convenzione sui dirittidell’infanzia e dell’Adolescenza,(approvata dall’Assemblea Generale delle

Nazioni Unite il 20/11/1989) che cita:
(Art. 23):

“Gli Stati parti riconoscono che i fanciulli mentalmente o fisicamentehandicappati devono condurre una vita piena e decente, in condizioni chegarantiscano la loro dignità, favoriscano la loro autonomia e agevolino una loro attiva partecipazione alla vita della comunità.”
(Art. 31):

1. “Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempolibero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua etàe a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica“.

2. “Gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo dipartecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggianol’organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati didivertimento e di attività ricreative,artistiche e culturali.
TUTTO CIO’ PREMESSO

SI CHIEDE AL CONSIGLIO COMUNALE DI CAMPIGLIA MARITTIMA

L’ASSUNZIONE D’IMPEGNO DA PARTE DEL SINDACO E TUTTA LA GIUNTA
- a verificare lo stato attuale delle attrezzature ludiche presenti nei parchie giardini del territorio comunale e delle aree dove sono ubicate, percontrollare che le stesse siano accessibili anche ai bambini disabili,assicurandosi che vi sia almeno un gioco per bambini disabili in ogni parco attrezzato;

- a provvedere, se non presenti,all’installazione di giochi per bambinidisabili nei parchi oggetto di interventi in corso o appaltati;

- a progettare le nuove aree gioco comunali e ad acquistare fin da subitoper le nuove aree verdi adibite ad aree gioco, le strutture che hanno lecaratteristiche di accessibilità e fruibilità citate;

- a redigere un piano per la sostituzione delle attrezzature esistentieventualmente in pessimo stato presenti in tutti parchi e giardini del territorio comunale, assicurandosi che le nuove dotazioni siano compatibili con l’utilizzo delle stesse da parte di bambini con disabilità.

- a predisporre un piano per la dotazione di giochi per bambini disabili in tutti i parchi del territorio comunale prevedendo adeguate risorse in bilancio.
In fede:
Il Consigliere Comunale
                                               Daniele Fioretti                                      Cristina Chesi


Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell'art.3, comma 2, del Decreto Legislativo n. 39 del 1993

Torna ai contenuti | Torna al menu